AICI - Report da ICVT Stoccolma 2017


        

                       ICVT Stoccolma agosto 2017                                                                                     

Report dal Congresso ICVT 2017 a cura di Elizabeth Aubry 


Il Royal College of Music, Conservatorio nazionale della Svezia a Stoccolma, è la sede dove si è svolto il nono International Congress of Voice Teachers ICVT 2017 nei giorni dal 2 al 6 agosto. Al termine dell’assemblea annuale dell'EVTA Council, dove io rappresento AICI, ho avuto il piacere di rimanere a Stoccolma per questo eccellente congresso sulla voce e la sua pedagogia. Come sempre, questi congressi offrono una lunga lista di presentazioni interessanti e di solito ci sono dai  3 ai 6 interventi in contemporanea. Posso quindi descrivere solo alcune delle presentazioni e master classes che ho trovato particolarmente interessanti.


Il Professor David Jones, insegnante di canto molto stimato al livello internazionale, ha tenuto una master class con alcuni dei cantanti di musica classica del Young Professionals Program, parte integrale delle attività di EVTA. Ha parlato principalmente di aspetti tecnici con i giovani cantanti, trattando diversi argomenti (respiro, appoggio, resonanza, ecc.) con un’interpretazione e un metodo tutto suo. E’ un insegnante generoso che mette l’allievo subito a proprio agio, arrivando direttamente all'aspetto che vorrebbe correggere o migliorare. Ho constatato di persona il perché della sua alta reputazione a livello pedagogico. Possiamo conoscere meglio le sue idee sulla pedagogia del canto guardano sul sito www.voiceteacher.com .


La Professoressa  Janis Chapman della Guildhall School of Music in London e insegnante di fama internazionale ha tenuto una master class per cantanti classici che partecipavano al programma YPP. Lavora molto con il corpo dell'allievo, aiutandolo a capire fisicamente dove potrebbe essere bloccato il libero suono vocale. La Chapman ha un metodo di insegnare decisamente ‘hands on’ (mani addosso) e devo dire che in quasi tutti i cantanti di questa master class ho potuto riscontrare visivamente e auditivamente un grande miglioramento nelle voci dopo un suo intervento. Informazioni aul sito www.janicechapman.co.uk


La Professoressa Elizabeth Croy dell'Università del Montana ha tenuto un laboratorio in cui movimenti e posizioni selezionati dallo yoga si integrano con la pratica del canto e le prove corali. Partendo dai principii dello yoga "breath, balance, flow" (respiro, equilibrio, flusso), la Croy ha guidato le persone in un’esperienza interattiva di voce/corpo. Con una seguenza di movimenti fisici organizzati per integrare breath/balance/flow con la voce, i cantanti hanno cantato insieme il lied di Schubert  ‘An die Musik’. Il risultato è stato molto interessante: le varie posture yoga insieme con un respiro fluido servivano ad aprire ed equilibrare il corpo mentre si cantava, creando una vocalità più’ dinamica, focalizzata e libera.    


La professoressa Aija Purtinen, lecturer ed insegnante di canto CCM alla Sibelius Academy a Helsinki, e cantante di musica blues in Europa e negli Stati Uniti, è stata la prima master teacher per i cantanti CCM della YPP. In questa foto la cogliamo mentre lavora con la nostra delegata AICI Emilia Zamuner. La Purtinen, esperta di tecnica vocale in repertorio moderno, è riuscita a guidare ogni cantante verso notevoli miglioramenti. Vedi foto e video


L'insegnante Ineke Van Doorn ha prestato i suoi talenti pedagogici con una lezione per cantanti CCM. In questo video vediamo la nostra Emilia Zamuner cantare per la Van Doorn il brano jazz “Just Friends”. Alla chitarra è Marc Van Vugt.  


Ogni giorno si cominciava  con un momento di  riscaldamento vocale guidato ogni volta da un personaggio diverso, che adottava diversi stili musicali e vocali.Dalla Tai Chi Chuan alla Bossa Nova, c’era qualcosa per tutti nella varietà di esercizi che preparava voce e corpo per cantare.


Un momento particolarmente bello è stato l’incontro con il giovane cantante  Aksel Rykkvin.  Rikkven, boy soprano Norvegese di 14 anni, ci ha parlato della sua carriera, i suoi studi, la sua famiglia e il suo futuro, riflettendo anche sull’inevitabile muta della sua voce che è già in atto. Prima di lasciare il gruppo, ci ha regalato un breve concerto con selezioni di alcuni brani dal suo ultimo disco, dimostrando la sua grande musicalità insieme con una voce di rara bellezza. Guarda sul sito https://www.akselrykkvin.com/


Altre presentazioni interessanti sono state quella di  Alan Bennett (Singapore) sulla giovane voce maschile, e di Kathleen Wilson (USA) sull’uso di Vocal Function Exercises (in origine esercizi di terapia per la voce in difficoltà) nell’insegnamento del canto e nei vocalizzi. Il Prof. Kenneth Bozeman (USA) ha presentato una relazione molto significativa sulle differenze nei passaggi vocali (register transitions) tra uomini e donne, identificando varie strategie pedagogiche per guidare la voce correttamente. 


Sessioni che non ho potuto seuire erano incentrati sul metodo Feldenkreis,  sul metodo Alexander,  sulle strategie per il cantante nella terza età,  l'allenamento fisico e la voce, la voce del corista, la voce del bambino,  le voci nel coro, e molto altro. Il programma con la descrizione dettagliata e’ ancora disponibile sul sito  https://icvt2017.com/programme/  


Un interessante e divertente report su molte delle presentazioni scritto da Sara Algoet, rappresentante della Associazione EVTA-Belgio,  è disponbile (in inglese) a questo link: singsingsarah@wordpress.com (ICVT)


Tra 4 anni si terrà la decima edizione della ICVT, questa volta a Vienna. Vista la maggior vicinanza all’Italia, speriamo che molti dei nostri soci faranno il possibile per partecipare a questa meravigliosa iniziativa per professionisti della voce. Non solo si impara moltissimo, ma e’ una grande opportunità di fare conoscenza con i nostri colleghi di altre nazioni eurepee e non, continuando il nostro lavoro assieme a AICI e EVTA  per allargare sempre di più’ la nostra ‘network’  (rete) di conoscenze e informazioni  riguardo la pedagogia vocale.


Elizabeth Aubry

rappresentante internationale per l’AICI



Una straordinaria esperienza europea - a cura di Emilia Zamuner


L'esperienza di quest'estate a Stoccolma è stata una delle più belle della mia vita.

Conoscere nuove persone e soprattutto nuovi stili di canto è stato per me una grande fonte di arricchimento.

La possibilità inoltre di poter partecipare a corsi altamente formativi e conoscere insegnanti provenienti da tante parti del mondo e di estrazione musicale completamente diversa hanno fatto sì che la mia visione della musica fosse ancor più ampliata, eliminando la banale "divisione" in "settori" che spesso stupidamente viene fatta.

I giovani ragazzi che avevano ricevuto come me la borsa di studio si sono dimostrati ottimi compagni di viaggio.

Consiglio vivamente a tutti i ragazzi che hanno la possibilità, dunque, di partecipare a questa iniziativa proposta dall'AICI e ICVT. È un'esperienza che per giovani cantanti come me può essere di grande crescita e ricerca musicale.


Emilia Zamuner  

delegata Young Professionals Program per AICI

La vista del porto e di una delle piazze antiche della città - ricevimento di apertura dell'ICVT nel palazzo dei Nobel e il salone d'Oro - costume tradizionale scandinavo - Il Royal College of Music o Conservatorio di Musica 

thumb_IMG_0362_1024thumb_IMG_0346_1024StocSaladoroaperuraICVT.JPGStocNobel.JPGStocpiazza.JPGthumb_IMG_0315_1024

Cortile del Palazzo dove si svolge l'assegnazione dei premi Nobel - Viale della città con vista del Conservatorio o Royal College of Music -  Masterclass del baritono Bo Skovos con la giovane professionista YPP Nuria Richner - masterclass di Aja Purtinen (canto jazz) con altri allievi YPP - esibizione di canto tradizionale popolare svedese  

Titolo Sezione
thumb_IMG_0424_1024thumb_IMG_0364_1024StocNuriaRichterSwiss-colbarSoSkovus.JPGthumb_IMG_0374_1024thumb_IMG_0363_1024thumb_IMG_0352_1024
Create a website